bronzo 70mm

dritto

Giovane donna che rappresenta l’Arte della medaglia, seduta al centro di un fiore con sei petali corrispondenti agli anni 2004-2009 dell’AIAM, da cui si intreccia il segno dell’infinito a significare la continuità dell’Arte nel tempo.
rovescio

Iscrizione circolare
coniazione

Picchiani & Barlacchi – Firenze
biografia medaglista

LAURA CRETARA (1939)
Nata a Roma il 28 dicembre del 1939. Si forma inizialmente sotto la guida del padre Francesco, pittore ed incisore. Consegue il diploma al Liceo artistico e frequenta l’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel 1957 viene ammessa, alla Scuola dell’Arte della Medaglia e nel 1961 vince il concorso nazionale ed entra come incisore nella Zecca di Stato. Nella storia della numismatica italiana è la prima donna a firmare una moneta. Nella sua lunga e proficua attività di incisore, crea e realizza numerose monete di circolazione e per collezionisti. Modella anche «l’uomo vitruviano» di Leonardo, l’immagine italiana per la moneta da 1 euro. La sua attività medaglistica è di altrettanto ragguardevole ed esegue molte medaglie ufficiali e di “ricerca”. Oltre la sua attività di incisore e di medaglista, si occupa anche di scultura realizzando: per l’Anno Internazionale della Pace (1985) una grande opera in argento, oggi collocata nel Palazzo delle Nazioni Unite di New York; a Roma nel Policlinico Umberto I è ubicata un’altra sua scultura (1992) dedicata alla ricerca scientifica e un parco del quartiere Eur ospita una sua statua di «San Francesco» (1999); mentre la chiesa di Santa Barnaba, nella Repubblica di San Marino, accoglie due suoi ampi altorilievi (1995). Dal 1976 al 2004 dirige la Scuola dell’Arte della Medaglia, è responsabile artistico della Zecca di Stato e del Museo Numismatico. per la sua attività artistica ha ricevuto numerosi e prestigiosi premi, riconoscimenti, tra cui l’onorificenza al merito di Commendatore della Repubblica italiana.