bronzo 70 mm
dritto

. ILDEBRANDO PIZZETTI . 1880 (rosetta) 1968
Testa di Pizzetti volta a sinistra; sotto, VEROI
rovescio

ASSOCIAZIONE ITALIANA AMICI DELLA MEDAGLIA/ (in basso) 1968 (in cartiglio) 53
Scena dall'”Assassinio nella cattedrale”: soldato di spalle uccide vescovo (Thomas Becket) con una spada
coniazione

Ditta Emilio Pagani, Milano
biografia medaglista

GUIDO VEROI (1926-2013)
Scultore e medaglista. Nasce a Roma il 16 novembre del 1926. Dopo la laurea in ingegneria civile, decide di coltivare la sua passione per l’arte. Supera il concorso per frequentare la Scuola dell’Arte della Medaglia presso la Zecca, dove si forma sotto la guida di Pietro Giampaoli, affinandosi, in seguito, nella tecnica della modellazione con lo scultore Publio Morbiducci. Dal 1987 diventa docente di modellazione della Scuola dell’Arte della Medaglia. Si dedica quasi esclusivamente alla medaglistica, partecipando nel corso degli anni alle più importanti esposizioni e rassegne nazionali ed internazionali. A partire dal 1958 realizza i modelli per monete della Repubblica Italiana e, in seguito, per la Città del Vaticano e per la Repubblica di San Marino. Suo è il rovescio delle famose 500 lire in argento con le caravelle di Colombo, dalle vele dette “rovesciate”, e le 500 Lire commemorative dell’Unità d’Italia. Nel 1983 riceve il premio “Saltus” dalla American Numismatic Society.
Morto a Roma il 16 gennaio 2013.